SILVIA DONADELLO


“Pensieri di una “fotografante” ,imperfetta,inesperta,pigra,creativa , allegra ma non troppo, sensibile anche troppo, simpatica a tratti, malinconica a volte,spesso nostalgica,distratta… praticamente, sempre.”

giovedì 18 giugno 2015

Diario Toscano (1)

Eccomi qui di nuovo, con l’intento di descrivere una regione che  ho visitato poco, (cioè, ci sono stata solo  una volta, sono stata a Firenze e mi piacerebbe tanto ritornarci ) e potrete già immaginare dove ^^. 
Sono stata a Siena e dintorni  con il mio ragazzo per tre giorni. 
Luoghi davvero splendidi, me ne sono innamorata. 
Il modo di parlare, il cibo saporito , il vino , la dolcezza dei paesaggi, tutto di questa terra mi è piaciuto. Cioè mi è piaciuto quello che sono riuscita a visitare,avrei voluto visitare molto altro, ma purtroppo in soli tre giorni non è stato possibile fare di più, anche se secondo me abbiamo fatto comunque molto. 
La prima cosa che abbiamo visto nelle vicinanze di Siena è stata la fontana delle fate a Poggibonsi. Essendo  un’amante del fantasy sono indubbiamente stata incuriosita dal nome. 
Ho fatto qualche foto, ma ne sono rimasta un po’ delusa, cioè la struttura è bellissima, ma mi ha dato l’impressione purtroppo di un posto molto trascurato, il che è un peccato perché potrebbe essere  un luogo ancora più splendido. 



Abbiamo pranzato in un paesino molto carino, a “Colle Val D’Elsa”. 
Il piccolo ristorante era molto grazioso e sicuramente tipico ,la cameriera era  gentile e mi sono trovata a desiderare fortemente di avere  il suo accento, appunto l’accento Toscano che adoro. 
Il  cibo era  ottimo e non ci siamo fatti mancare un buon bicchiere di vino ^^. 
Chi mi conosce sa che il mio momento preferito della giornata (tranne quando lo bevo in fretta e furia prima di  andare al lavoro) o di un pasto fuori casa è il momento del caffè e lì me l’hanno offerto in un modo inaspettato e meraviglioso ^^. 
Potete vederlo qui sotto,  e dite .. non è splendido? :) Io ho adorato quel momento e me lo sono gustato fino alla fine. 



Il centro di “Colle val d’elsa” mi è sembrato un luogo tranquillo, uno di quei posti in cui verrei a rifugiarmi ogni qualvolta avessi bisogno di pace e tranquillità. 
Passeggiando tra le vie , le nuvole grigie e dense che avanzavano,  e i vari turisti impegnati (come indubbiamente la sottoscritta) a fotografare ogni angolo di quell’incanto, ho potuto respirare un po’ di aria “nuova” e in un certo senso anche aria “antica”, la sentivo sussurrare nelle crepe di ogni abitazione , in ogni particolare,  dal  vento che sollevava i panni stesi all’aria agli oggetti dei piccoli negozietti.
Adoro tutto ciò che mi riporta al passato,  e in un certo senso gironzolare lì è stato come vivere per un po’ in altri tempi . Assolutamente incantevole ^^ . 



La sera siamo andati a mangiare a Siena. L’ho trovata  bella e vitale, sarà perché è estate (si, non amo l’estate ma è pur vero che la gente si muove di più in questa stagione, per mia fortuna non ha fatto troppo caldo, altrimenti sarei impazzita) , sarà perché colma di turisti di varie nazionalità,insomma, mi è piaciuta molto. Eravamo stanchi e quindi non abbiamo fatto tardissimo, ma ci siamo goduti una bella passeggiata.
Non è potuta ovviamente mancare una capatina a Piazza del Campo,  mi è piaciuta tantissimo.
 Mi sarebbe piaciuto essere di quelle parti per potermi sedere lì tutte le sere, o quando mi va e godermi quella piazza così bella. 





Il mio “Diario Toscano” non finisce ovviamente qui ^^ . Vi do appuntamento alla prossima volta con il resto della mia piccola vacanza. 


A presto  miei Fotopensanti , Silvia ^^ 

lunedì 8 giugno 2015

I love you September


Eccomi qui ^^ ,
l’Estate è tornata, è arrivato il tempo di andare al mare, ora c’è  il sole che ti brucia e ti spacca in quattro, i piedi sporchi di  sabbia bagnata con annessi  artigli con tanto di manicure colorata o meno  che vanno tanto di moda (sporchi anche loro.. bleah)  i gavettoni, il sudore che t’imperla il viso, la sensazione di sporcizia perenne, il sentirsi sporchi e appiccicosi  già dopo due minuti essersi fatti la doccia, i parchi acquatici, sentirsi come se fossi nata con i vestiti da quando caldo fa ,insomma,  tutte quelle cose che alle persone “normali” danno tanta allegria e compagnia bella. 
Eh si .. tutti amano questa favolosa stagione tranne la sottoscritta che non vede l’ora che ritorni Settembre. 

Lo so .. è un’affermazione alquanto impopolare, ma è così per me.

Non tollero il caldo perché, non mi fa pensare bene,non mi fa stare bene, che poi d’Inverno se hai freddo ti copri, ma d’Estate mica ti puoi togliere la pelle! 

Sono una creatura autunnale/invernale , tranne quando devo fare due o tre cosette e allora direi che più che piacermi, l’Estate, mi serve e attendo come ho detto prima il mio amato Settembre.  
Il motivo per cui aspetto questo mese è che alla prima settimana spesso ritorno in montagna, luogo che adoro e che mi manca molte volte.
 E il motivo per cui porto pazienza in  questi  giorni caldi è quello raffigurato nella foto di sopra ^^ . 
Ho ricominciato ad andare in bici, o meglio a portare a spasso i miei chiletti accumulati in questi ultimi due anni (non sono tantissimi, ma essendo alta un metro e un pacchetto di vigorsol si vede anche quando prendo mezzo etto ahimè. ). 

Ho ricominciato da poco e lentamente.  

Per “lei” solo per “lei” sopporto pazientemente il caldo di questi mesi, perché è solo in questi periodi in cui posso praticare questo sport che mi piace molto.

Se vedete una bici come quella sopra e una vestita di bianco e nero con la faccia fuxia, quella sono io.
Per favore non chiamate nessuna autoambulanza, nessun pronto soccorso né altro, io sto bene.
Sono fatta così,  non sto per svenire o altro. 
No, perché, una delle cose che non sopporto quando vado in bicicletta è incontrare gente che conosco che mi dice con un tono tra l’altro allarmato come se vedessero un extra terrestre  : 

“sei rossa in faccia!” 

E a me verrebbe da rispondere con una faccia scocciatissima :

“Ma va?, ma secondo te non lo so??
 fa un po’ caldo se non ti sei accorta e ho 30 km alle spalle, e ho la pelle chiara, vedi un po’ tu!” 

Ecco. Se mi vedete NON ditemi nulla, parlatemi del tempo, di quello che volete ma non di questo. 
Vabbè, a parte questo,  per me andare in bici è davvero un gran bello sfogo e mi dà anche l’occasione di fare delle foto il che non è male  amando anche la fotografia.
Per quanto io non abbia sicuramente un ritmo veloce e non possa  affermare di essere una gran ciclista posso affermare con certezza però che pedalare mi dà una sensazione di libertà, e sento che tutti i problemi della giornata se ne vanno via con il vento e mi sento stanca si, ma rilassata ^^ . 

E ritornando al mio periodo preferito ovvero a quello sopra citato ,  mi ha sempre dato una sensazione di cambiamento positivo, il clima è meno torrido, si respira (un po’) di più e comincio ad avere pensieri più puliti nitidi, come se il caldo se ne andasse dalla testa e mi lasciasse solo pensieri chiari. 
La mia mente rifiorisce assieme a tutto il resto di  me stessa.

 Per il momento attendo ansiosamente e vi lascio i miei pensieri annebbiati.


A presto miei Fotopensanti  .. silvia ^ ^